Spedizioni gratuite con un acquisto di almeno € 40

A casa in 24/48h
Comodo e veloce.
Promozioni
Risparmi fino al 70%.
Assistenza
Chat, telefono ed email.
Seguici su

Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email per ricevere in anteprima sconti e promozioni!
Inserisci la tua email per ricevere offerte e promozioni
Cliccando su "Iscriviti" Dichiari di aver letto l'informativa sulla privacy ai sensi del DL n. 196 del 30 giugno 2003.

Parliamo di...

Scottature solari

Consigli per l'automedicazione
Scottarsi durante le vacanze é molto comune, in particolare nei primi giorni di esposizione al sole e in mancanza di una protezione adeguata.

Le scottature

La scottatura è una infiammazione della pelle dovuta all’eccessiva esposizione ai raggi solari o a lampade UV. L’effetto dipende dal tipo di pelle di ogni persona (fototipo), dalle parti del corpo interessate e dall’ora del giorno in cui ci si espone al sole. I bambini e gli anziani sono più sensibili degli adulti.

Sintomi

I segni evidenti di una scottatura solare sono gonfiori ed arrossamenti, pelle dolorante e presenza di bolle acquose. Nei casi più gravi può essere presente febbre, nausea, vomito.

Cosa fare

Se la pelle è arrossata, ma senza vesciche, è sufficiente una crema emolliente ed idratante. Non usare pomate grasse. Se l’infiammazione è molto estesa applicare una crema contenente una piccola percentuale di cortisone.
In ogni caso può essere molto utile l’applicazione di impacchi freddi e umidi che riducono il calore e il dolore. Efficace l’uso di una soluzione di bicarbonato di sodio. Non esporsi al sole fino a quando le scottature non sono guarite.
E’ comunque sempre consigliabile prevenire le scottature solari esponendosi al sole in modo progressivo e utilizzando filtri solari con un adeguato fattore di protezione.