Spedizioni gratuite con un acquisto di almeno € 60

A casa in 24/48h
Comodo e veloce.
Assistenza
Chat, telefono ed email.
Seguici su

Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email per ricevere in anteprima sconti e promozioni!
Inserisci la tua email per ricevere offerte e promozioni
Cliccando su "Iscriviti" Dichiari di aver letto l'informativa sulla privacy ai sensi del DL n. 196 del 30 giugno 2003.

Parliamo di...

La pelle chiara

Un pregio che può diventare un disagio
La pelle chiara è una pelle delicata, intollerante e reattiva. L'espressione pelle, o cute sensibile indica un insieme di sintomi sia oggettivi che soggettivi, perché spesso variano a seconda del soggetto anche se la sintomatologia di partenza sembra comune ad altri.

Certamente avere la cute sensibile condiziona la qualità della vita, i soggetti spesso convivono con sintomi come sensazioni di puntura, bruciore, tensione, secchezza, prurito e talvolta vero e proprio dolore.
Ovviamente tutto questo è amplificato da fattori fisici: radiazioni UV, vento, freddo e caldo eccessivi, o chimici: uso di detergenti, cosmetici, ecc…

Diversi studi hanno mostrato la correlazione fra sensibilità della pelle e fenotipo, ciò ha permesso di individuare prodotti che possano migliorare il quadro clinico basati proprio sull'individuazione del fenotipo.
Le persone con pelle chiara e fenotipo I e II sono, in genere, più reattive ad alcuni agenti chimici irritanti e ai raggi UV.



Una delle condizioni oggi identificate è quella dei soggetti atopici: persone che incorrono più facilmente in dermatiti da contatto di tipo irritativo o allergico in quanto caratterizzati da una funzione di barriera cutanea deficitaria (dipendente tra l’altro da alterazioni qualitative e quantitative dei lipidi intercellulari dello strato corneo).

In generale la pelle è sensibile quando la soglia di tolleranza alle stimolazioni di tipo fisico e chimico risulta diminuita, e sono aumentate sensibilità e reattività cutanee.




Studi recenti hanno riportato interessanti risultati: nel fenomeno della pelle sensibile esiste un coinvolgimento delle terminazioni nervose e della ricca rete nervosa cutanea, legato al rilascio di diversi neurotrasmettitori e neuropeptidi (sostanza P, polipeptidi vasoattivi (VIP) o  CGRP (calcitonin gene-related peptide); con la partecipazione di alcune endopeptidasi che controllano l’interazione neurormone-recettore.
Tutti fattori che intervengono nella modulazione  del sistema immunitario cutaneo e della risposta infiammatoria, oltre che della crescita cellulare.
A questo ovviamente si aggiungono i fattori esterni e le condizioni endogene, che possono dipendere da fattori clinici o da semplice stress.

La Dermatologia Moderna e le case cosmetiche, che si occupano solo di prodotti specifici per la cute sensibile, hanno a cuore tutti questi problemi, ed hanno destinato tutte le loro forze e i loro studi alla risoluzione di questi problemi.



Per capire come agire bisogna prima isolare i vari sintomi, magari prendendo appunti su ciò che avviene intorno a noi e come reagisce la pelle, oltre ad appuntare se si è in un periodo di stress particolare.
Poi andare a verificare, di una determinata casa cosmetica, quale linea risponde meglio alle proprie esigenze e quali sembrino essere i prodotti più adatti alla risoluzione del problema.
Per qualsiasi dubbio c'è sempre l'assistenza del farmacista, che, o al banco, o via email, è in grado di sostenere ed aiutare il cliente in tutto.